accensione

prima accensione

La prima accensione della caldaia è fattore determinante sia per il test di corretto funzionamento dell’impianto ma anche perla garanzia del prodotto e l’eventuale richiesta dell’agevolazione IRPEF.
La prima accensione viene effettuata da un tecnico autorizzato che procederà al controllo:

a-collegamenti tra la caldaia, la rete elettrica, l’impianto idrotermosanitario e l’impianto di distribuzione del gas. Controllo totale e test elementi impiegati.
b-assenza di perdite
c-conformità delle prese di areazione
d-funzionamento degli scarichi di emissione dei gas.
e-valutazione del’ambiente caldaia.
F-controllo combustione della caldaia per il rilascio del “bollino blu”

conclusi i controlli e le verifiche compilerò il libretto della vostra caldaia, che non è altro che il documento che raccoglie tutte le informazioni tecniche con i vari moduli ed allegati contenenti i dati anche dei risultati di combustione (modulo “G”), poi provvederò io stesso ad inviare all’ufficio competente nella vostra provincia di residenza la ricevuta del pagamento per il rilascio del “bollino blu”, una copia della dichiarazione di conformità rilasciata dalla ditta installatrice e della scheda identificativa dell’impianto più il modulo “G” da me redatto.
Vi tolgo qualsiasi pensiero tecnico e burocratico.

Enzo Marinotto

Attenzione!!!!:

“la prima accensione può essere effettuata esclusivamente da un tecnico in possesso di specifica abilitazione che non necessariamente coincide con l’installatore.
La ditta a cui avete commissionato l’installazione potrebbe non essere abilitata o non essere convenzionata con la casa produttrice e in questo caso potreste ritrovarvi a sostenere un costo aggiuntivo per l’esecuzione dei controlli indispensabili per la prima accensione.
Prima di rivolgervi a terzi verificate la disponibilità di un centro di assistenza tecnica convenzionato in zona per il marchio della vostra caldaia.”